pasta con zucchine e mandorle

Pasta zucchine e mandorle, il piatto con i profumi del Sud

Pasta zucchine e mandorle, assaggiata sotto il sole della Puglia

Ci eravamo fermati in un ristorante a Monte S. Angelo, con una splendida terrazza sulla valle sottostante e sul golfo di Cefalonia, ho lì gustato questo piatto inventata da un giovane e creativo cuoco con l’utilizzo di prodotti rigorosamente locali (oggi diremmo, a chilometro zero).

Da allora non perdo occasione di prepararla almeno una volta, durante l’estate. Cerco le mandorle giuste, pugliesi o siciliane, che hanno intenso sia il profumo che il sapore. Quanto alle zucchine, per farne una versione personalizzata, se possibile scelgo la varietà trombetta, tipica di Albenga e di tutto il ponente ligure, caratteristica non solo per la sua forma, ma soprattutto per la sua polpa chiara, per nulla acquosa, dal sapore delicato e distintivo. In ogni caso è indispensabile usare le zucchine bianche, quelle verde scuro non sono adatte a questo piatto.

Tempo di preparazione 10 minuti – Tempo di cottura 10 minuti – Difficoltà Bassa

Ecco gli ingredienti della pasta zucchine e mandorle, per quattro persone:

  • 320 grammi di pasta corta piccola (io ho sempre un debole per le mezze penne)
  • 2 etti di zucchine (trombetta o, se non sono disponibili, zucchine bianche)
  • 1 bella manciata di mandorle sgusciate
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 6 cucchiai di olio evo (sarebbe di rigore l’olio pugliese, l’importante è che sia molto buono)
  • Sale
  • Peperoncino

La ricetta della pasta con zucchine e mandorle

  1. Mettete su l’acqua della pasta.
  2. Spuntate le zucchine, sciacquatele bene di modo da liberarle dalla polvere e dalla terra, e tagliatele a rondelle. Le zucchine trombetta, così come le zucchine chiare, purchè belle fresche,  sono molto tenere, si possono tagliare a rondelle di tre, quattro millimetri di spessore e cuoceranno in fretta.
  3. Tritate in modo molto grossolano le mandorle.
  4. In un tegame capiente versate l’olio e fate appena soffriggere peperoncino (se gradito), aglio e prezzemolo (a voi la scelta tra aglio intero, da togliere alla fine, o tritato finemente con il prezzemolo, in questo caso ricordandosi di togliere l’anima). 
  5. Aggiungete le rondelle di zucchine e fatele cuocere molto dolcemente (non devono bruciare, ma rimanere morbide), salando a metà cottura. Non appena le zucchine sono cotte, aggiungete i granelli di mandorle e rimescolate bene.
  6. Nel frattempo avrete cotto la pasta, che scolerete e farete saltare nel tegame con le zucchine.
  7. Servite subito, con parmigiano a parte., solo per chi non può farne a meno.

IL CONSIGLIO IN PIU’

Il contrasto tra il morbido delle zucchine e il croccante delle mandorle rende questo piatto particolare e intrigante. L’equilibrio dei sapori è sbilanciato verso il dolce, a seconda del gusto personale si può intervenire con aglio, peperoncino e prezzemolo per dare un po’ di vigore al sapore finale.

Si possono cucinare le zucchine in anticipo, e riscaldarle a fuoco dolce al momento di scolare la pasta, aggiungendo le mandorle solo a questo punto.

CONSERVAZIONE E RECUPERO

La pasta zucchine e mandorle si conserva per un paio di giorni in frigorifero. Se preferite preparare il condimento in anticipo, come spiegato sopra, assemblate le zucchine con le mandorle solo all’ultimo momento.

Trovate questa ricetta anche sul sito Non Sprecare.it

Una suggestiva veduta di Monte S. Angelo

MCM20027

3 commenti