riso alla cantonese

Riso alla cantonese, la ricetta delicatamente esotica

Il riso alla cantonese è una ricetta gustosa e semplice, quasi un piatto unico, molto adatto alla stagione estiva

Le mie ricerche, per quanto limitate, mi hanno portato a pensare che il procedimento che propongo sia, se non identico, molto vicino all’originale cinese.

Chissà! Non sono mai stata in Cina, e quindi non posso confermarlo. Non c’è dubbio, comunque, che il riso alla cantonese così preparato sia molto gradito ai nostri palati latini.

Tempo di preparazione 30 minuti – Tempo di cottura 10 minuti –Difficoltà bassa

Gli ingredienti per quattro persone

  • 250 grammi di riso Basmati, o altra varietà povera di amido
  • 100 grammi circa di piselli, peso già sgusciati
  • 120 grammi di prosciutto cotto, meglio se in una sola fetta
  • 2 uova
  • 1 porro, solo la parte verde
  • 5 cucchiai di olio di semi di mais
  • Sale, pepe
  • Vino di riso

La ricetta del riso alla cantonese

  1. Mettete il riso in una pentola, copritelo a filo d’acqua leggermente salata, portate a bollore e fate cuocere a calore moderato finchè il riso avrà assorbito tutta l’acqua. A quel punto dovrebbe essere cotto al punto giusto, molto al dente
  2. Versate il riso, asciutto, su un piatto capiente o uno strofinaccio, allargatelo bene e lasciatelo riposare
  3. Fate cuocere i piselli nel forno a microonde o in acqua bollente: in entrambi i casi, basteranno pochi minuti
  4. Tagliate il prosciutto a cubetti

Fino a questo punto si può preparare tutto in anticipo

  1. Pulite le foglie verdi del porro, tritatele o sminuzzatele e fatele soffriggere leggermente nell’olio di mais (salvate la parte bianca per un’altra preparazione, e conservatela in frigorifero o nel congelatore)
  2. Unite i piselli, amalgamate bene con il fondo di cottura
  3. Versate le uova leggermente sbattute e rimescolate subito così da da sminuzzarle molto man mano che si solidificano
  4. Infine, aggiungete il prosciutto, e poi il riso cotto in precedenza
  5. Bagnate con il vino di riso che lascerete evaporare leggermente

Il riso alla cantonese è pronto, lasciatelo intiepidire qualche minuto prima di servirlo

IL CONSIGLIO IN PIÙ

Il riso alla cantonese prevede anche una versione di mare, con i gamberetti al posto del prosciutto cotto. I gamberetti andranno cucinati in anticipo, come i piselli, ma il loro tempo di cottura è ugualmente brevissimo. Potete scegliere quelli surgelati, ma in estate è facile trovarli freschi, dolcissimi e a un prezzo umano

Se non amate il riso orientale, e preferite usarne uno delle nostre latitudini, abbiate cura di sceglierlo di altissima qualità, per assicurarvi la tenuta in cottura e i chicchi ben separati

Se non avete, e non avete voglia di cercare, il vino di riso, sostituitelo agilmente con del vino bianco secco

CONSRVAZIONE E RECUPERO

Il riso alla cantonese si conserva per due o tre giorni in frigorifero, chiuso in una scatola adatta.

Trovate la mia ricetta anche su NonSprecare.it

Immagine di Canton, altrimenti detta Guangzhou

10 commenti