pasta zucchine e zenzero
Primi piatti

Pasta zucchine e zenzero

La pasta con zucchine e zenzero è una ricetta semplice, che basa il suo successo sulla freschezza delle zucchine e sul sapore inconfondibile dello zenzero.

Per quattro persone ho usato:

  • 320 grammi di pasta corta
  • 8 zucchini freschissimi
  • 1 pezzo (circa due cm.) di zenzero
  • 1 piccolo scalogno
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 4 cucchiai di olio evo
  • Qualche rametto di maggiorana
  • Sale – grosso e fino

Tempo di preparazione e cottura: 40 minuti

Se gli zucchini sono veramente freschi e teneri, si può cominciare mettendo sul fuoco l’acqua per la pasta.

Ho spuntato e lavato gli zucchini e li ho affettati in modo abbastanza sottile e regolare.

Ho scaldato l’olio in una casseruola di terracotta, intanto ho tritato grossolanamente lo scalogno e lo zenzero privato della buccia, ho fatto soffriggere tutto dolcemente con qualche sorso d’acqua. Appena lo scalogno ha incominciato a disfarsi ho unito le fettine di zucchino, ho salato, infine ho messo il coperchio.

A questo punto mi sono occupata della pasta. Trattandosi di pasta corta, che richiede circa 12-13 minuti di cottura, l’ho messa a cuocere nell’acqua bollente e salata.

Ho seguito la cottura degli zucchini, aggiungendo man mano un pochino d’acqua perché non bruciassero, e quando sono stati pronti, cotti e quasi sfatti, ho aggiunto i pinoli e la maggiorana. Ho spento il fuoco, lasciando terminare la cottura solo con il calore assorbito dalla pentola.

Ho scolato la pasta e l’ho spadellata velocemente con gli zucchini.

Semplice e veloce, appetitoso, molto fresco e profumato, insomma evviva l’estate!

Strategie: Si possono preparare in anticipo gli zucchini cotti con scalogno e zenzero, scaldando all’ultimo momento e aggiungendo, solo a questo  punto, pinoli e maggiorana.

Variazioni sul tema: Questo condimento si presta perfettamente anche per un’insalata di pasta (non freddissima, ma a temperatura ambiente), sia come base per un risotto.

Il curioso, grafico fiore dello zenzero

zenzero fiore

Un commento