Involtini di verza zero-spreco
Recupero degli scarti,  Verdure e uova

Involtini di verza zero-spreco

Avete una bella verza e non volete buttare nemmeno una foglia? Fate questi “involtini di verza zero-spreco”

Intanto ringrazio chi me li ha insegnati: la mia amica Paola, bellissima donna dotata di un talento straordinario per la pasticceria

Capolavoro di Paola

Gli ingredienti per preparare gli involtini di verza zero-spreco:

  • 1 bella verza
  • 2 patate
  • Parmigiano grattugiato
  • Erba cipollina
  • Olio evo
  • Aglio, peperoncino
  • Sale

Ed ecco il procedimento per preparare gli involtini zero-spreco:

  1. Staccate le foglie esterne della verza (considerate che da ogni foglia si ricaveranno due involtini), lavatele accuratamente senza romperle, fatele bollire pochi minuti in acqua leggermente salata. Scolatele con un mestolo forato e trasferitele in una ciotola con acqua ben raffreddata da qualche cubetto di ghiaccio
  2. Strofinate e pulite bene le patate e lessatele con la buccia.
  3. Lavate bene il resto della verza, tagliatela a striscioline e ripassatela in padella con olio, aglio e peperoncino, facendo evaporare tutta l’acqua di vegetazione.
  4. Schiacciate le patate ben cotte e ancora calde con l’apposito attrezzo, raccogliendole in una ciotola. Vedrete che non sarà necessario sbucciarle, passerà solo la polpa.
  5. Mescolate alle patate passate una parte, a vostro gusto, di verza ripassata, e profumate con un po’ di erba cipollina tagliuzzata con le forbici. Completate l’impasto con due o tre cucchiai di Parmigiano grattugiato. Regolate di sale
  6. Riprendete le foglie intere di verza, dividetele a metà eliminando la costa centrale e mettete un cucchiaio di ripieno in ogni foglia, chiudendole a pacchettino.
  7. Adagiate gli involtini in una teglia velata con pochissima acqua, spolverateli di Parmigiano grattugiato, irrorateli con un filo d’olio e passateli in forno a 180° per circa mezz’ora.

Gli involtini di verza zero spreco – le varianti e le strategie:

  • I diversi ingredienti possono essere preparati in anticipo e in tempi diversi, e assemblati al momento di andare a tavola
  • La parte di verza ripassata che avanza rappresenta un ottimo contorno già pronto
  • La costa centrale, eliminata, si può recuperare per un successivo minestrone: conservatela nel congelatore.
  • Paola mi suggerisce anche una versione più ricca degli involtini, con la carne come ripieno. Ottima idea per recuperare resti di carne già cucinata e insaporita

Gli involtini di verza zero spreco sono un piatto vegetariano ben equilibrato, da proporre come secondo in famiglia, oppure come contorno, dimezzando le quantità.

Vi suggerisco di preparare la quantità giusta, in quanto si conservano fragranti poco più di un giorno in frigorifero e non sono adatti a essere congelati.

4 commenti