giornata mondiale dell'acqua

Giornata Mondiale dell’Acqua

Oggi, 22 marzo, è la Giornata Mondiale dell’Acqua

L’acqua è l’elemento vitale più importante, di cui dobbiamo avere cura, imparare a rispettare e conservare.

Mi piace molto pensare che noi beviamo la stessa acqua che bevevano i dinosauri!

La quantità di acqua presente sulla Terra è, infatti, una quantità finita, che continua a girare nell’instancabile ciclo di evaporazione e pioggia.

Purtroppo, questo ciclo non tiene conto dell’inquinamento: pur rinnovandosi, molta acqua non può essere più immessa nel circuito alimentare perchè dannosa.

I cambiamenti climatici incidono moltissimo nella distribuzione dell’acqua

Dobbiamo affrontarli e, almeno, tentare di risolverli, altrimenti aumenteranno notevolmente le aree della Terra costrette alla siccità, con tutto quello che ne consegue: mancanza di raccolti, mancanza di igiene, guerre.

Riprendo le indicazioni del prof. Andrea Segrè, che cito molto spesso per la sua lungimiranza, il quale si sofferma su due piccoli, fondamentali passaggi, solo apparentemente lontani dal problema principale:

  • Lo spreco del cibo, che corrisponde a uno spreco delle risorse idriche usate per produrlo: il 3% dell’acqua usata in agricoltura viene sprecato in questo modo
  • Lo spreco domestico: il 20% dell’acqua viene usata in casa, prestiamo quindi attenzione a chiudere il rubinetto mentre ci insaponiamo le mani (ora che dobbiamo lavarle spesso e a lungo!), mentre ci spazzoliamo i denti, e ogni volta che è possibile.

Buona Giornata dell’Acqua a tutti, facciamo che lo sia ogni giorno dell’anno!

Katsushika Hokusai – La grande onda di Kanagawa

onda hokusai

10 pensieri su “Giornata Mondiale dell’Acqua”

  1. mi vengono in mente tutte le parternali che facevo ai ragazzi a scuola affinché non sprecassero l’acqua che è un bene preziosissimo. Davvero importante passare questo concetto il più possibile. I ragazzi senegalesi poi raccontavano storie toccanti su quanto scarseggia l’acqua in certe zone dell’Africa…

I commenti sono chiusi.