paella autunnale
Primi piatti

Paella d’autunno con filetto di maiale e carciofi

La paella autunnale è una golosa variante del famoso piatto spagnolo

Chi ha detto che la paella debba essere fatta solo di pesce? In questa stagione possiamo crearne versioni arricchite da quello che il mercato propone.

Sono certa che, con un po’ di fantasia, non sarà difficile spaziare ancora, usando gli ingredienti che amiamo di più

Tempo di preparazione 40 minuti – Tempo di cottura 30 – 40 minuti – Difficoltà bassa

Ma ora prepariamo la paella d’autunno

Gli ingredienti per quattro persone circa

  • 1 filetto di maiale
  • 30 grammi di riso
  • 6 carciofi
  • 1 scalogno
  • 2 bustine di zafferano
  • olio evo
  • qualche cucchiaio di farina
  • Brodo caldo preparato con l’insaporitore
  • ½ limone
  • Sale

PREPARAZIONE

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure, tagliateli a quarti e togliete anche le spinette interne e il fieno, quindi tagliate ogni quarto a metà. Recuperate i gambi, che devono essere privati della scorza legnosa esterna, e tagliati a pezzetti. Mettete tutto in una ciotola con acqua e limone, così non anneriscono

Tagliate il filetto di maiale a pezzetti, tipo spezzatino, e passateli nella farina, da ogni lato

Tritate lo scalogno

Scaldate un paio di giri d’olio in una pentola larga e capiente, aggiungete lo scalogno tritato e fate appena soffriggere, quindi unite i pezzetti di carne infarinata, che dovranno rosolarsi da ogni lato: sarà necessario rimescolare quasi in continuazione

Versate ora i carciofi ben scolati dall’acqua e limone, e se il tutto fosse troppo asciutto allungate con poco brodo

Aggiungete tutto il riso, amalgamate, e portare a cottura come un normale risotto, unendo man mano il brodo caldo, dove avrete sciolto lo zafferano in polvere

La paella d’autunno è pronta.

Lasciatela riposare per qualche minuto, quindi sarà pronta per essere servita

La paella autunnale è un piatto unico, da gustare con calma in queste prime giornate fredde

Se ne avanza, si conserva in frigorifero per un paio di giorni.

L’idea antispreco? Preparare il brodo con gli scarti dei carciofi fatti bollire in acqua leggermente salata alla quale aggiungerete una foglia di alloro

Il consiglio di lettura (consigliatissimo!) è l’autore spagnolo Javier Marìas. Tutti i suoi libri sono belli, questo è il primo che ho letto

Un commento