cucinare con quello che c'è
News e chiacchiere,  Recupero degli scarti,  Riciclo degli avanzi

Le ricette al tempo del coronavirus: …. Piatti da preparare con quello che c’è

Le ricette al tempo del coronavirus:

sono quei piatti semplici, ma non meno appetitosi, da preparare con quello che c’è in casa, con quello che si può conservare a lungo.

STATE A CASA è la regola a cui dobbiamo tutti attenerci per fermare il contagio, la progressione di questo virus terribile che ci ha ribaltato la vita in quattro e quattr’otto (faccio notare che non è passato nemmeno un mese dal primo paziente ricoverato a Codogno …)

Ma mangiare bisogna, e dobbiamo conciliare l’esigenza vitale di alimentarci con i disagi dell’uscire meno possibile, di avere a disposizione pochi prodotti freschi, insomma di cambiare le nostre abitudini (e lo so, non è per niente facile)

Ecco allora qualche suggerimento per sopravvivere, usando scorte che abitualmente tutti hanno in casa, o di cui si può fare una piccola scorta perché non deperiscono.

  • Vellutata di verdura (ingredienti: patate, scarti di verdure congelate, pane avanzato)

Se fate come me, se conservate in freezer gli scarti delle verdure (foglie e gambi dei finocchi, torsoli di cavolfiore e broccoli, per esempio), vi bastano due patate e un po’ d’acqua salata per preparare una squisita vellutata di verdura, magari rinforzata dai crostini fatti con pane avanzato.

Come si fa? È intuibile: basta lessare insieme le patate con le verdure congelate, senza esagerare con l’acqua (deve rimanere cremosa), passare poi tutto al passaverdura per ottenere la consistenza vellutata, e preparare i crostini come spiegato qui.

  • Zuppa di ceci o di lenticchie (ingredienti: ceci o lenticchie in scatola, passata di pomodoro, aglio o cipolla, prezzemolo o rosmarino)

Avete in dispensa qualche scatola di legumi? Scolateli e fateli insaporire in un battuto di aglio e prezzemolo, o aglio e rosmarino, aggiungete qualche cucchiaio di passata di pomodoro e mezzo bicchiere di acqua. Alla fine, frullate velocissimamente con il frullatore a immersione per lasciare parte dei legumi interi.

  • Pasta al tonno (ingredienti: tonno in scatola, acciughe sott’olio o sotto sale, pinoli, capperi, olio)

Prendete un paio di acciughe sott’olio o sotto sale (queste ultime sciacquatele bene e spinatele), fatele sciogliere in qualche cucchiaio di olio, quindi aggiungete una scatoletta di tonno ben scolato. Rimescolate e sminuzzate bene il tonno, vedrete che in pochi minuti avrete pronto un sughetto appetitoso per condire una pasta o un riso. Se li avete, completate con qualche pinolo o un cucchiaio di capperi, da aggiungere verso fine cottura. Se siete in quattro, usate due scatolette di tonno.

  • Tortilla di patate e cipolle (ingredienti: patate, cipolle, uova, sale, olio)

Un classico della cucina spagnola che si rivela utilissimo in questo frangente. Affettate finemente una o due cipolle, fatele cuocere a fuoco dolcissimo in poco olio e pochissima acqua, fino a renderle morbidissime. Intanto sbollentate per qualche minuto due patate sbucciate e tagliate a dadini: basteranno pochi minuti. Aggiungete le patate alle cipolle e portate a piena cottura. Regolate di sale.

Sbattete tre o quattro uova, salate leggermente, versatele sulle verdure distribuendo bene, e fate rapprendere la frittata sul lato inferiore. Poi giratela oppure, come faccio sempre io, coprite per avere l’effetto forno, finchè anche la parte superiore sarà cotta. Buona subito e buona fredda.

Che poi, una frittata si può fare, oltre che così, con altri ingredienti che possiamo avere in freezer: spinaci, erbette, carote …

  • Polpettone di patate e … (ingredienti: patate, fagiolini o altra verdura verde, aglio, olio, aglio, Parmigiano, uovo)

Il polpettone di patate non è che una scusa per approntare un piatto vegetale, ma così saziante da diventare un perfetto secondo.

Fate lessare in acqua salata tre o quattro grosse patate e passatele allo schiacciapatate.

Scegliete nel freezer una verdura da abbinare: fagiolini, erbette, spinaci. Fate scongelare, sminuzzate e passate in padella con poco olio e uno spicchio d’aglio o una cipollina tritata.

Un uovo per legare il tutto, un po’ di Parmigiano grattugiato per insaporire ulteriormente.

Versate il composto in un tegame appena unto, livellate bene e mettete in forno a gratinare.

Anche questo piatto è ottimo subito, e forse ancor di più il giorno dopo: preparatene in abbondanza.

Avete altre idee per alleviare le nostre giornate domestiche, con tanto tempo e pochi mezzi? Condividetele, se vi fa piacere, ne abbiamo tutti bisogno.

E grazie a Anne Marie, la bravissima Zero-Waste Chef, che mi ha fornito l’ispirazione per Le ricette al tempo del coronavirus.

Immagine dal blog di Zero Waste Chef