zuppa di zucca
Non Sprecare,  Primi piatti

Zuppe profumate e detox

Ora che l’aria incomincia a farsi più fresca, non viene anche a voi voglia di una bella zuppa profumata e detox?

A base vegetale, ispirandoci agli ingredienti di stagione, le zuppe detox sono innumerevoli, soprattutto perché possiamo comporle secondo il nostro gusto, le nostre preferenze e, perché no, con quello che abbiamo a disposizione in casa.

Tempo di preparazione 20/30 minuti – Tempo di cottura 15/30 minuti – Difficoltà bassa

E non pensiamo a insipide minestrine poco appetitose: bastano pochi tocchi per trasformare la zuppa detox in un piatto appetitoso e originale, in grado di fare un’ottima figura anche in una cena tra amici.

Vi propongo le ricette di tre zuppe detox:

La zuppa di lattuga, che con il crumble di mandorle diventa croccante

Ingredienti:

  • 3 patate medie
  • 1 lattuga grande, o due piccole
  • Sale
  • 50 grammi di farina di mais
  • 50 grammi di mandorle
  • Olio e.v.o.

Procedimento

  • Sbucciate le patate, lavatele, lavate la lattuga eliminando solo le parti fortemente deteriorate.
  • Tagliate le patate in grossi pezzi, e cuocete insieme patate e lattuga, aggiungendo tanta acqua fino ad arrivare a metà del livello delle verdure. Salate leggermente.
  • Mentre le verdure cuociono, preparate le mandorle: tritatele non troppo finemente e mescolatele con la farina di mais e l’olio necessario a ottenere una crema compatta. Regolate di sale.
  • Tostate le mandorle così tritate e condite nel forno a 180°, per una decina di minuti
  • Quando le verdure saranno ben cotte, omogeneizzate con il frullatore a immersione, distribuite sui piatti e completate con una spolverata di crumble di mandorle.

La zuppa di zucca, profumata con l’origano e con un tocco di pancetta croccante

Ingredienti:

Procedimento

  • Tagliate a pezzetti la polpa della zucca
  • Versate due o tre cucchiai di olio in una casseruola, scaldate, aggiungete la zucca tagliata e fate insaporire senza soffriggere troppo, completate con quattro mestoli circa di brodo vegetale (eventualmente si potrà sempre aggiungerne un po’)
  • Mentre la zucca cuoce, rosolate la pancetta, o il prosciutto, tagliati a dadini, senza aggiungere altro condimento: devono diventare croccanti
  • Quando la zucca sarà perfettamente morbida, omogeneizzate con il frullatore a immersione, e completate con lo yogurt e la pancetta a dadini.
  • Versate la zuppa nei piatti individuali, spolverando con un pizzico di origano.

Il classico minestrone, reso inconfondibile dall’aggiunta del pesto di basilico

Ingredienti (per 4 persone)

  • 1 kg circa di verdure miste in proporzione a piacere (patate, carote, cipolle, bietole, erbette, fagioli, fagiolini e altro di stagione o avanzato in frigorifero)
  • Olio e.v.o.
  • 1 mazzo di basilico
  • 1 piccolo spicchio d’aglio
  • 4 – 5 cucchiai di Parmigiano reggiano grattugiato
  • sale
  • Pasta corta

Procedimento

  1. Pulite tutte le verdure, lavatele, tagliatele a tocchi e fatele lessare in acqua leggermente salata per circa mezz’ora. Prima di spegnere il fuoco, verificate che tutto sia cotto perfettamente
  2. Nel frattempo preparate il pesto, frullando insieme lo spicchio d’aglio sbucciato (da ligure non dovrei dirlo, ma potete ometterlo, se non lo amate), le foglie di basilico ben lavate e asciugate, l’olio e.v.o. e il Parmigiano. Dovrete ottenere una crema.
  3. Quando le verdure del minestrone saranno cotte, rompetele in modo un po’ grossolano con il frullatore a immersione. Se vi piace, aggiungete la pasta e fatela cuocere.
  4. Spegnete il fuoco, unite il pesto genovese e lasciate riposare il piatto per dieci minuti circa, così che i sapori si armonizzino perfettamente.
  5. Servite il minestrone caldo o tiepido.

Trovate queste ricette anche sul sito Non Sprecare

Le zuppe detox si conservano facilmente per più giorni in frigorifero, così vale la pena prepararle in quantità abbondanti, e trovarle pronte nei giorni successivi.

non sprecare
non sprecare

4 commenti