tarte Tatin con pomodorini

Tarte Tatin ai pomodorini

Tutti conoscono la Tarte Tatin, un semplice ma geniale dolce alle mele, di origine francese, nato … per errore!

La tradizione racconta che Stephanie Tatin, una delle cuoche dell’Hotel du Pin a Lamotte-Beuvron, preparando una torta di mele un po’ di fretta, dimenticò di mettere la base di pasta e fece cuocere le mele a diretto contatto con zucchero e burro. Per rimediare, inserì la pasta sopra la frutta, e presentò la torta rovesciata. Le mele si erano, nel frattempo, talmente caramellate e insaporite, che la torta ottenne un enorme successo tra i commensali, ed entrò di diritto nella produzione del ristorante. Vedi delle volte, a fare le cose di corsa …

Se la tarte Tatin alle mele è un classico, l’ispirazione di preparare torte, dolci e salate, secondo lo stesso principio, cioè rovesciate, non può che scatenare la fantasia, con la certezza di altrettanto successo.

In questa stagione i pomodori freschi stanno tornando sui banchi del mercato: rossi, maturi, pieni di polpa e di sapore, facili da gestire, sono ideali per una torta salata vegetariana, una tarte Tatin facile e gustosa.

Ecco a voi la tarte Tatin ai pomodorini

Per contrastare la dolcezza dei pomodori, ho aggiunto alcuni ingredienti sapidi, come capperi e olive: il risultato è molto appetitoso, e si avvicina al sapore della pizza, così da diventare gradevole e allettante anche per i più piccoli

Tempo di preparazione 40 minuti – Tempo di riposo 30 minuti – Tempo di cottura 30 + 30 minuti – Difficoltà Bassa

Prepariamo la tarte Tatin ai pomodorini

Ingredienti per la pasta sfoglia senza burro:

  • 200 grammi di farina 00 o 0
  • 2 cucchiai di olio e.v.o.
  • 2 pizzichi di sale
  • 1 bicchiere circa di acqua fredda

Ingredienti per il ripieno:

  • 400 grammi di pomodorini ciliegia o datterino
  • Olio e.v.o.
  • 10 (circa) olive nere denocciolate
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati
  • Origano
  • Sale

Procedimento:

  • Preparate la pasta sfoglia all’olio, mescolando tutti gli ingredienti in una ciotola, o nella planetaria, e aggiungendo l’acqua necessaria per un impasto morbido e bene incordato. Fasciate la pasta nella pellicola o in un sacchetto per alimenti (meglio, si può recuperare) e dimenticatela per almeno mezz’ora, fuori dal frigorifero.
  • Accendete il forno statico a 200°
  • Lavate i pomodorini, tagliateli a metà
  • Foderate con un foglio di carta forno un tegame rotondo di circa 25 cm. di diametro, e appoggiate i pomodorini in cerchi concentrici con la parte tagliata rivolta verso l’alto
  • Salate leggermente i pomodori e velateli con un giro d’olio, quindi metteteli in forno per circa mezz’ora
  • Prima di sfornare i pomodori, preparate la pasta sfoglia: stendetela dello spessore di circa due millimetri, perché deve essere sottile, ma non troppo
  • Estraete i pomodori dal forno (che lascerete acceso), conditeli con olive, capperi, origano e olio evo a piacere
  • Coprite con la sfoglia, da rincalzare bene intorno, ungete ancora un pochino la superficie e mettete di nuovo in forno per altri 30 minuti, finchè apparirà ben dorata
  • Sfornate la torta, e lasciatela intiepidire prima di rovesciarla sul piatto di portata

La tarte Tatin ai pomodorini è pronta, da gustare tiepida o a temperatura ambiente

IL CONSIGLIO IN PIÙ

La tarte Tatin ai pomodorini è un piatto molto versatile, infatti può essere proposta come antipasto, contorno, piatto di rinforzo o, in porzioni più generose, secondo piatto

Se avete un esubero di altre verdure, una quantità tale da non rappresentare nemmeno una porzione, potete inserirle tra i pomodori, con attenzione per l’alternanza dei sapori. Le verdure che si prestano meglio sono quelle di stagione, come le zucchine, o i cipollotti

Al posto dei pomodorini, potete usare pomodori più grandi. In questo caso, meglio optare per una versione rettangolare, e non rotonda, dove è più semplice rispettare l’estetica del disegno dei pomodori.

CONSERVAZIONE E RECUPERO

La tarte Tatin ai pomodorini, già cucinata, si conserva tre o quattro giorni in frigorifero, conservata dentro un apposito contenitore.

Se avanza solo della pasta sfoglia light, si conserva in frigorifero per pochi giorni, o nel congelatore per tempi ben più lunghi, pronta per una prossima torta salata

Trovate questa ricetta anche sul sito Non Sprecare

Il consiglio di lettura non può che essere questo, ma affianco il suggerimento per la trasposizione cinematografica, di grande valore

2 commenti

  • Alidada

    ottima di sicuro! Io con lo stesso metodo faccio la torta all’ananas e devo dire che è squisita. A quest’ora mi hai fatto venir fame..sarà meglio vada a preparare la cena 🙂

  • Mara

    Carissima io adoro la tarte tatin classica e questa tua versione mi incuriosisce molto. La proverò quanto prima. Grazie