Autoproduzione,  Non Sprecare,  Primi piatti

Tagliatelle di farina di castagne

La pasta fresca con farina di castagne è un primo piatto insolito, in genere molto gradito

L’importante è saper scegliere il giusto condimento con cui accompagnarla, e alla fine vi darò qualche suggerimento particolarmente azzeccato

Io amo la tagliatella, ma si possono fare anche altri formati, come i tagliolini, le trofie, oppure gli gnocchi

Vediamo insieme come preparare la ricetta delle tagliatelle di castagne:

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 280 grammi di farina 00
  • 60 grammi di farina di castagne di qualità
  • 2 uova intere
  • Latte al bisogno

Tempo di preparazione: 20 minuti per impastare + 30 di riposo + 30 per stendere la pasta

  1. Prima di tutto setacciate insieme le due farine, che devono essere ben miscelate, e fate la fontana sulla spianatoia
  2. Praticate al centro il classico foro, rompetevi le uova e fatele assorbire man mano poi, quando l’impasto comincia a rassodarsi, impastate energicamente per una decina di minuti.
  3. Se l’impasto risultasse troppo asciutto, ammorbiditelo con del latte, facendo attenzione di unirne pochissimo alla volta e di farlo bene assorbire prima di aggiungerne, eventualmente, dell’altro
  4. Quando l’impasto è pronto e della giusta consistenza, raccoglietelo dentro un foglio di pellicola, o in una ciotola coperta, e dimenticatevelo per almeno mezz’ora
  5. Riprendete la pasta. Se preferite usare la classica macchinetta, stendetene una porzione alla volta e, alla fine, con gli appositi rulli, preparate le tagliatelle
  6. Se fate a mano, stendete ben sottile, con il mattarello, una porzione di pasta, arrotolatela su se stessa e tagliate a striscioline di circa un centimetro il rotolo ottenuto.
  7. Allargate le tagliatelle sulla spianatoia infarinata, in un posto areato e non troppo caldo. Si possono conservare così per alcune ore, in attesa di cucinarle.

Qual è il condimento migliore per la pasta fresca con farina di castagne?

Il sapore di questa pasta è delicato, ma ha una leggerissima punta di amaro. Bisogna quindi fare attenzione a non accentuare questa caratteristica

Al primo posto, io non posso che mettere il pesto alla genovese, a mio avviso il connubio più azzeccato.

Oppure …. Un sughetto di funghi, una crema di porri e noci, una salsina di zucca rosolata nella pancetta

Il nostro prossimo Natale sarà “diverso”. Per alleggerirlo, rendiamolo diverso anche a tavola.

Uniamo alle immancabili ricette di Natale, qualcosa di nuovo.

Le tagliatelle alle castagne possono essere un’eccellente idea

Lorenzo Lotto – Natività

Trovate la mia ricetta anche sul sito Non Sprecare