spezzatino di pesce spada

Spezzatino di pesce spada

Lo spezzatino di pesce spada è una ricetta che, in genere, convince anche chi ha ancora qualche diffidenza nei confronti del pesce

Per quattro persone acquistate:

  • 800 gr. circa di pesce spada
  • 500 gr. di pomodori da salsa (perini, datterini, Pachino …)
  • 1 cucchiaio capperi
  • 1 cucchiaio pinoli
  • 1 bella manciata di olive taggiasche (in alternativa, olive verdi)
  • 1 scalogno (o 1 cipollotto)
  • 1 foglia di alloro
  • 4 cucchiai di olio evo
  • Sale (poco), peperoncino

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Con il coltello di ceramica, tagliate il pesce a dadini, tipo spezzatino (ovviamente). Prendete una padella o un tegame ben ampio, in quanto il pesce dovrebbe starci, per quanto possibile, in uno strato solo.

Lavate e pulite bene i pomodori e tagliateli grossolanamente a pezzi.

Tritate lo scalogno o il cipollotto e fatelo soffriggere dolcemente nell’olio, aggiungete il peperoncino, quindi i pinoli e, ricordando la nota massima “qualche minuto per dorarli, un attimo per bruciarli”, fateli soffriggere con attenzione, finchè non cominciano a colorarsi leggermente. Ora mettete il pomodoro, un pochino di sale (poco, che il pesce è saporito), la foglia di alloro e fate cuocere la salsa finchè non diventa una crema – ci vorrà più o meno un quarto d’ora. Appena il sugo ha una consistenza che vi soddisfa, aggiungete i dadini di pesce spada, le olive e i capperi, rimescolate per due o tre minuti sulla fiamma un po’ più vivace, e spegnete. Fate riposare il tutto ancora per qualche minuto, così che il pesce finisca di cuocersi internamente semplicemente con il calore residuo del piatto, quindi servite in tavola uno dei piatti più appetitosi dell’estate.

Strategie: potete preparare la salsa di pomodoro in anticipo, anche il giorno prima, e anche in abbondanza, visto che è perfetta per condire la pasta, magari arricchita con qualche foglia di basilico.

Strategia post: Se lavate piatti e pentole a mano e avete la sensazione che il pesce abbia lasciato un po’ di odore sgradevole, fate l’ultimo risciacquo con acqua ben fredda, e l’odore sparirà.

Variazioni sul tema: pinoli, olive, capperi e peperoncino sono dosabili e intercambiabili a piacere.

Vini: Gavi, Vermentino del Ponente Ligure

pesce spada