Michelangelo Pistoletto,Terzo Paradiso

Michelangelo Pistoletto e il “Terzo Paradiso” di plastica

Anche il mondo dell’arte leva alta la sua voce sui problemi ambientali, sulla sensibilità ai problemi dell’inquinamento, sull’impegno a cambiare rotta per ritrovare un mondo bello e pulito.

La settimana dedicata al boicottaggio dell’abuso della plastica si chiude così in bellezza, con un’opera d’arte realizzata dall’artista Michelangelo Pistoletto nel mare della città di Catania.

Michelangelo Pistoletto ha voluto riprodurre il percorso grafico del suo celeberrimo Terzo Paradiso usando rifiuti in plastica raccolti nel mare della città siciliana.

Un’immagine inconfondibile, riconoscibile anche dall’alto, perché le iniziative ambientali non restino chiuse in se stesse, ma respirino con noi, sempre.

A voi un breve video: buon ascolto e buona visione!

Michelangelo Pistoletto disegna il Terzo Paradiso
Michelangelo Pistoletto, il Terzo Paradiso, immagine dal web

3 pensieri su “Michelangelo Pistoletto e il “Terzo Paradiso” di plastica”

  1. Bene. Ai tempi ho fatto anch’io opere di plastica. Ho anche visto in una piazza un presepe fatto tutto con rifiuti di plastica. Belle cose. Ma svegliarci prima sommersi come siamo stati da questa materia così omnipresente e polifunzionale? Poveri noi. Quando ero piccola in posteria c’erano ancora i cassetti di legno con dentro la pasta… buon pomeriggio cara Paola 🐞🐞🐞

I commenti sono chiusi.