grissini fatti a mano
Autoproduzione,  Pane e lievitati,  Ricette amiche

Grissini fatti a mano

I grissini sono lo snack per eccellenza, e fatti a mano, in casa, sono irresistibili

Tempo di preparazione 15 minuti – Tempo di lievitazione 5 ore – Tempo di cottura 20 minuti – Difficoltà bassa

In questa versione, mi sono ispirata alla ricetta di Lorenzo, giovane e creativo chef che, sulla sua pagina Instagram Foglie di carota insegna a riconoscere e usare le erbe spontanee dei nostri prati

Nel mio caso, avevo ancora dell’ortica raccolta nel bosco e fatta seccare, e l’ho usata per aromatizzare i miei grissini fatti a mano

Ecco la lista degli ingredienti:

  • 500 grammi di farina 0
  • 20 grammi di foglie aromatiche secche
  • 7 grammi di lievito di birra fresco o secco
  • 20 grammi di olio e.v.o.
  • 10 grammi di sale
  • 250 grammi circa di acqua

Prepariamo i grissini fatti a mano:

  1. Sciogliete il lievito in 50 grammi di acqua appena tiepida – se usate il lievito di birra secco, seguite le istruzioni sulla confezione
  2. Mettete la farina in una ciotola, o nella planetaria, disperdetevi il sale, quindi aggiungete il lievito sciolto, l’olio, le foglie aromatiche, e tanta acqua per ottenere un impasto sodo, ma molto morbido.
  3. Impastate per due o tre minuti nella planetaria o, se fate a mano, per almeno dieci minuti, prima nella ciotola, poi sulla spianatoia.
  4. Raccogliete l’impasto in un contenitore chiuso con la pellicola e mettetelo a lievitare in un posto riparato, come il forno spento, per almeno quattro ore
  5. Riprendete l’impasto, dividetelo in piccole porzioni e arrotolate i grissini, appoggiandoli man mano sulla teglia del forno foderata con la carta forno. Io ne ho riempite due
  6. Lasciate lievitare i grissini per un’altra ora circa, quindi cuoceteli in forno a 180° per 15 – 20 minuti

I grissini fatti a mano sono pronti, e siccome si raffreddano in fretta, andranno velocemente a ruba.

Oltre che con l’ortica che, capisco, non è così facile avere in casa, potete farli con il rosmarino, la salvia, o le foglie di malva, come suggeriva la ricetta originale di Lorenzo.

Foto di Lorenzo

Volete provare a fare i veri grissini all’acqua torinesi: ecco la ricetta

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *