gnocchi di patate fatti in casa
Autoproduzione

Facciamo gli gnocchi di patate

Gli gnocchi di patate, i classici gnocchi che tutti conosciamo perché buoni con qualunque condimento, sono particolarmente buoni se fatti in casa. Non c’è preparazione industriale né artigianale che possa eguagliare la semplicissima ricetta casalinga.

Come ogni volta che si impasta, raccomando di organizzarsi con molto spazio a disposizione: spazio per impastare comodamente e spazio dove appoggiare gli gnocchi man mano che sono pronti. Io mi organizzo con più madie di dimensioni diverse, ma vanno bene anche i vassoi in cartone per i dolci, la teglia del forno, qualunque cosa che si possa cospargere di farina, accorgimento essenziale per evitare che quanto impastato si attacchi.

Per quattro persone calcolate:

  • 1 kg. di patate
  • 300 gr. di farina circa + quella per infarinare
  • 1 cucchiaino di sale grosso

Tempo di preparazione: 1 ora

Pulite le patate con il guanto scrub, ponetele a bollire in acqua salata con il cucchiaino di sale grosso.  Fatele cuocere bene, devono essere ben cotte. Scolatele e schiacciatele subito con lo schiacciapatate; vi ricordo che non è necessario sbucciarle, passate la patata intera e poi togliete la buccia che si sarà raccolta nello schiacciapatate.

Fate la fontana con la farina, versate sopra le patate schiacciate e impastate tutto, prima con la spatola, poi con le mani, finchè sarà tutto omogeneo. Non insistete a lavorare il composto, altrimenti diventerà colloso.

Infarinate bene il piano di appoggio, prendete un po’ di composto e lavoratelo per farlo diventare un cilindro del diametro di un centimetro o due circa, con il coltello tagliate tanti pezzettini, ed ecco gli gnocchi. Potete dar loro un piccolo aiuto estetico passandoli sull’apposito aggeggio che vedete nella foto, in ogni caso lo stesso effetto si ottiene schiacciandoli leggermente con i rebbi di una forchetta.

Man mano che sono pronti metteteli ben distesi e ancora infarinati sul piano preparato in precedenza, e quando aggiungete i nuovi badate ad allargarli più possibile.

Ora mettete su l’acqua, aspettate che bolla forte e gettate gli gnocchi tutti insieme: li raccoglierete con una palettina bucata man mano che vengono a galla. Non lasciateli troppo nell’acqua bollente perché si induriscono.

Come si condiscono? Come si vuole, ma per una genovese in cucina, gli gnocchi di patate si fanno con il pesto!

Strategie: gli gnocchi di patate si possono congelare. Bisogna avere la solita avvertenza della pasta fresca, ovvero farli indurire pochi alla volta, e ben distanziati, e solo dopo raccoglierli in un sacchetto. Al momento del consumo, devono essere buttati in acqua bollente ancora congelati, non fate l’errore di farli scongelare a temperatura ambiente, altrimenti si disfano.

5 commenti