scarti di cavolfiore e broccoli

Cucinare con gli scarti – Cavolfiori e broccoli

Leggendo le ricette su libri e giornali, capita spesso di trovare frasi come “recuperate le cimette del cavolfiore eliminando le foglie …” oppure “eliminate il gambo dei broccoli …”

E perché? Forse che gambi e foglie di cavolfiori e broccoli sono immangiabili, fanno male?

Naturalmente no!

Vediamo allora di cucinare con gli scarti di cavolfiori e broccoli, ed ecco qualche suggerimento concreto e di semplice preparazione:

  • Vellutata di cavolfiori e broccoli, preparata lessando insieme gambi e foglie con due o tre patate, e frullando il tutto alla fine. Aggiungete qualche crostino e avrete un piatto delizioso
  • Le polpette: usate le parti di scarto, prima lessate e ben tritate, amalgamatele con una patata lessa, legate con uovo e formaggio, e procedete come per tutte le tradizionali polpette, ovvero fritte o al sugo
  • Pesto di cavolfiore o di broccolo, che si ottiene frullando i gambi lessati (ma non troppo), frullati e conditi con olio, pinoli o mandorle, Parmigiano grattugiato e, se gradito, un pochino d’aglio
  • Un sughetto veloce? Fate sciogliere qualche filetto di acciughe in buon olio e.v.o., unite un cucchiaio di capperi e foglie di cavolfiore tagliate a striscioline: molto appetitoso
  • E per finire, foglie, gambi, scarti di cavolfiori, broccoli e quasi tutte le altre verdure, possono arricchire qualunque minestrone.

Pasta al pesto di broccoli

3 pensieri su “Cucinare con gli scarti – Cavolfiori e broccoli”

I commenti sono chiusi.