calamari grigliati con pesto

Calamari grigliati con pesto, la ricetta profumata di Liguria

Oggi vi porto in Liguria, con questi calamari grigliati profumati con basilico e pinoli

La cosa divertente è che l’idea arriva da Carlotta, danese, straordinaria padrona di casa dell’agriturismo Due Papaveri

Come dicevo qui, il calamaro è un pesce di stagione in autunno, è quindi il momento di gustarlo senza sensi di colpa.

Tra tutti i molluschi, il calamaro è tra i più pregiati, non solo perché è buono e delicato nel sapore, ma anche perché è particolarmente tenero. Pochi minuti di cottura sono sufficienti per portarlo in tavola

Volete provarli? Sono facilissimi, veloci e non si butta via niente

Questi sono i calamari grigliati con pesto di Primo non Sprecare

Tempo di preparazione 20 – 30 minuti in tutto – Tempo di cottura 10 – 15 minuti – Difficoltà bassa

Calamari grigliati con pesto, ingredienti per quattro persone

  • 6 calamari di media grandezza, o 8 piccoli (che farete pulire dal pescivendolo)
  • 1 cucchiaio colmo di zucchero
  • 1 limone
  • 4 – 5 cucchiai di salsa di soia
  • 3 cucchiai di olio e.v.o.
  • 1 mazzo di basilico
  • 1 piccolo spicchio d’aglio (facoltativo)
  • 1 cucchiaio raso di pinoli
  • Olio e.v.o.
  • Sale

Calamari grigliati con pesto e pinoli, procedimento

  1. Prima di preparare rapidamente il pesto, mettete le lame del frullatore a raffreddare in freezer per almeno mezz’ora: il basilico non si ossiderà e il pesto risulterà di un bel verde brillante
  2. Preparate una salsina composta dallo zucchero sciolto nella salsa di soia, nel succo di limone e nell’olio. Mescolate bene
  3. Sciacquate i calamari sotto l’acqua corrente fredda e fateli scolare molto bene. Dividete la testa dai tentacoli, da conservare per un’altra ricetta
  4. Spennellate le teste dei calamari con la salsina che avete preparato, con generosità e precisione
  5. Staccate le foglie di basilico dal gambo, lavatele con acqua fredda e asciugatele bene con uno strofinaccio da cucina
  6. Preparate il pesto: mettete nel frullatore (con le lame recuperate dal freezer) i pinoli e lo spicchietto d’aglio, frullate fino a farli diventare finissimi
  7. Unite le foglie di basilico quasi asciutte, un po’ di sale e un pochino di olio. Frullate il tutto e, aiutandovi eventualmente con l’aggiunta di altro olio, preparate una salsa cremosa
  8. Scaldate bene una bistecchiera o un’ampia padella antiaderente, grigliate i calamari avendo cura di non scolarli troppo dalla salsa. Girateli dopo quattro o cinque minuti e finite di cuocerli sull’altro lato
  9. Controllate la perfetta cottura: i calamari devono essere morbidi, un po’ rappresi e opachi in superficie

Servite i calamari grigliati subito, ben caldi, spalmati con un pochino di pesto, da proporre anche a parte, di modo che ogni commensale si serva a piacimento

IL CONSIGLIO IN PIÙ

Se il vostro pescivendolo non ha pulito i calamari … beh la prossima volta, minacciate di non comprarli! In ogni caso, svuotate la testa, tagliate via gli occhi e il dente di cartilagine centrale

Potete usare anche calamari surgelati, vorranno solo cuocere un po’ di più

CONSERVAZIONE E RECUPERO

I calamari grigliati con pesto si conservano per un paio di giorni in frigorifero, ben chiusi in un contenitore adeguato.

Il pesto avanzato dura più giorni, e si usa per condire trenette, gnocchi di patate o trofie. Basterà completarlo con il Parmigiano

I tentacoli si possono cucinare in diversi modi e diventano un condimento. Ispiratevi a queste ricette per gli spaghetti o il risotto alla marinara

Trovate questa ricetta anche sul sito Non Sprecare

Due Papaveri

10 pensieri su “Calamari grigliati con pesto, la ricetta profumata di Liguria”

  1. Che belle questi scambi gastronomici tra nazionalità diverse ahahah. Quell’agriturismo mi sembra proprio di ri-conoscerlo, giusto? 😉
    Io il pesto lo metterei dappertutto figurarsi su un bel calamaro grigliato.
    Grazie Paola!

  2. Fosse per me metterei il pesti anche nell’asse guarda! Non sapevo che bisognava mettere la lama del frullatore nel freezer. Ho imparato una cosa in più!!!! Molto utile . I calamari sono uno dei pesci che più apprezzo e che mi posso anche permettere di mangiare quindi ruberò la ricetta! Grazie Paola ! Sempre qualcosa di nuovo da scoprire con te 😀

    1. mi fa davvero piacere averti dato un suggerimento valido. La lama ghiacciata è utile in molti casi. Buona serata 🙂

I commenti sono chiusi.