aceto di mele

Aceto di mele

Avete mai pensato come fare l’aceto di mele in casa?

È davvero semplicissimo, è a costo zero, e chiede solo tempo, il tempo giusto per la fermentazione, niente di più.

Avrete un prodotto di sicura provenienza, buono sia per condire l’insalata che per rendere brillanti i capelli … oltre che per i numerosissimi utilizzi dell’aceto in casa

Anche l’aceto di mele rientra nel progetto “cucinare con gli scarti”.

Ricetta dell’aceto di mele fatto in casa

  1. Conservate gli scarti (torsoli e bucce) di tre o quattro mele, meglio se di diversa qualità, mele che avrete lavato accuratamente prima di consumarle
  2. Metteteli in un vaso di vetro ben pulito e copriteli perfettamente d’acqua. Con un cucchiaio di legno (mai usare metallo!) mescolate e spingete gli scarti facendo in modo che restino sommersi. Coprite con una garza o un piattino non perfettamente aderente, e conservate in luogo non freddo e buio (io lo metto dentro un pensile della cucina)
  3. Da questo momento in avanti, mescolate il vostro futuro aceto un paio di volte al giorno: in questo modo eviterete che le parti di scarto che, inevitabilmente, emergeranno dall’acqua, ammuffiscano. Perché se si crea anche solo una puntina di muffa, bisogna buttare via tutto.
  4. Continuate così, con calma e pazienza, per alcune settimane, finchè un giorno vedrete che gli scarti delle mele saranno tutti precipitati sul fondo. Si è formato il sidro.
  5. Filtrate il liquido, rimettetelo nel vado di vetro sempre coperto dalla garza o da un piattino, e continuate a conservarlo nello stesso posto, rimescolandolo ora ogni due o tre giorni
  6. Quando lo rimescolate, annusatelo, e appena sentirete che il grado di acidità è quello che preferite, travasate l’aceto in una bottiglia e conservatela in frigorifero: il freddo bloccherà la fermentazione.

L’aceto di mele è pronto: un prodotto genuino, versatile, a davvero a costo zero!

Ricordate:

Non usate mai metallo nè per contenere il liquido nè per mescolare (cucchiaio), perchè interagisce sul sapore dell’aceto

Siate pazienti e costanti nel mescolare quotidianamente per evitare la formazione di muffe

Non abbiate fretta: la fermentazione dipende da tanti fattori ambientali sui quali non si può intervenire.

8 pensieri su “Aceto di mele”

  1. non avrei mai immaginato che si potesse fare l’aceto in questo modo, interessante! Forse proverò perché mi piace molto…

I commenti sono chiusi.