News e chiacchiere

La fortuna di nascere in Italia

In questo momento così difficile, in cui ci confrontiamo con una situazione al di là di ogni possibile immaginazione (non hanno ancora fatto la puntata di Black Mirror?), mi piace riportare questo discorso tenuto da Oscar Farinetti, fondatore di Eataly.

Farinetti parla a una platea di industriali, snocciola molti dati numerici che non ho verificato ma che, a mia sensazione, hanno un senso. Perchè effettivamente l’Italia è così.

Ecco il testo e, per chi vuole, il video.

La fortuna di nascere in Italia - l'Italia vista dal cielo

Pensiamo due minuti al mondo.

Nato 6 miliardi di anni fa, quanto durerà ancora?

Noi umani invece siamo molto più piccoli, siamo nati 200.000 anni fa, ieri

Abbiamo ancora una marea di strada da fare, un sacco di invenzioni da inventare

Al mondo abitano oggi 7 miliardi di persone

Nel 1969 eravamo due miliardi

Siamo per il 45% gialli, 20% bianchi, 20% marroni, 15% neri

Siamo divisi in 194 stati

Parliamo 114 macrolinguaggi completamente diversi da loro

Professiamo 14 macroreligioni molto diverse tra loro, che spesso confliggono

Oggi, 42 di questi 194 stati sono in guerra

Questo significa che 2 miliardi di persone vivono in guerra, come se la popolazione del mondo nel 1969 fosse tutta in guerra

L’80% di questi 7 miliardi vivono in casa senza abitabilità

Il 55% è analfabeta

Quello che inquieta di più è la proporzione 80/20: il 20% della popolazione mondiale detiene l’80% del PIL

Ma abbiamo migliorato: 160 anni fa, all’esordio della società dei consumi, l’1% deteneva il 99% del PIL

Solo che oggi l’80 vede come viviamo noi che siamo al 20

Nessuno di noi decide quando nascere, dove nascere, da chi nascere, ed è per questo che dobbiamo dire: che culo che abbiamo avuto a nascere il quel 20%

E chi ha una fortuna così nella vita, immeritata, la prima cosa che deve pensare è come farselo perdonare. Come? Impegnandosi nel proprio lavoro

Nel mondo c’è una robetta, pari allo o,50% della superficie totale

La sua popolazione è lo 0,83% dei cittadini del mondo

L’Italia, unica penisola che viaggia da nord a sud su una latitudine perfetta all’interno di un mare buono

Unica situazione geografica del pianeta

Succede che i venti buoni dei nostri mari si incontrano con i venti buoni delle alpi, e grazie a questo privilegio, in Italia abbiamo delle eccellenze, come:

il basilico più buono del mondo a Pra

Il prosciutto San Daniele, figlio della bora e delle dolomiti

Il Parma figlio delle alpi Apuane e dei venti del mediterraneo

La pasta più buona si fa a Gragnano perché c’è la cosiddetta galleria del vento, dove l’aria fresca di Castellamare di Stabia si incontra con la brezza del Vesuvio, creando un microcrima unico

In Abruzzo c’è lo zafferano

In Calabria c’è la liquerizia

In Sardegna, il Mirto

In Sicilia, i pomodori Pachino

Abbiamo 7000 specie di vegetali mangiabili, il secondo paese al mondo, il Brasile, ne ha 3300

58000 specie animali

1200 vitigni autoctoni

533 cultivar di olive

140 cultivar di grano duro

Tutto questo si chiama Biodiversità, siamo il paese più biodiverso al mondo

E lo siamo anche dal punto di vista umano: siamo il paese con più etnie al mondo

Qui è nato il più grande impero, leader nel politico e nel sociale

Abbiamo avuto il Rinascimento

E oggi abbiamo il 70% del patrimonio artistico del mondo, oltre a paesaggi tra i più belli.

La fortuna di nascere in Italia