Pane,  Riciclo degli avanzi

Crostini

IMG_0330

Se avanza del pane, che si può fare? Vediamo:

da un giorno all’altro il pane si conserva decorosamente in frigo – per esempio, potete acquistarlo il sabato per la domenica e andrà benissimo

si può surgelare – in questo caso è bene prestare attenzione alla quantità che si scongela, perché quello che avanzerà non sarà più commestibile

se avanza solo un panino, si può rompere in grossi pezzi, far seccare e poi grattugiare

se non volete seguire nessun di questi suggerimenti, potete preparare i crostini.

Prendete il pane che avete in esubero, rosette, michette, focaccia, pagnotta, e tagliatelo in pezzetti da due centimetri di lato circa (più o meno, ovviamente), insomma tagliateli di una dimensione tale che stiano in bocca comodamente.

Mettete i pezzi di pane in una teglia da forno, apritelo bene che stia in uno strato solo, aggiungete sale, pepe, peperoncino (tutto a piacere) e un filo d’olio su tutto. Mescolate con un cucchiaio di modo che il condimento si distribuisca uniformemente, e passate in forno ventilato a 200° per un quarto d’ora circa (se avete preparato il forno caldo) o comunque finchè vedrete i vostri crostini ben dorati.

Lasciateli raffreddare e conservateli in un sacchetto di plastica o in una scatola ermetica, ben chiusi. Durano a lungo e sono ottimi stuzzichini per l’aperitivo, oppure perfetti per ravvivare una crema di verdura.

Una splendida natura morta, con pane, di Cezanne

pane cezanne

11 commenti